Konica Minolta apre a Roma il suo centro di ricerca e sviluppo

 

Dopo Londra, Brno e Monaco di Baviera anche l’Italia inaugura un nuovo capitolo nel settore del digital workplace: la multinazionale giapponese Konica Minolta infatti ha da poco inaugurato a Roma il suo nuovo centro di ricerca e sviluppo sull’intelligenza artificiale

Ma chi è la Konica Minolta? Si tratta di una multinazionale specializzata in stampa, sistemi diagnostici e sensori industriali che ha deciso d’investire ben 5 milioni di euro su questo progetto da poco sbarcato nel nostro paese; un progetto che nei prossimi mesi promette di creare almeno 100 nuovi posti di lavoro. Il polo di ricerca e sviluppo in particolare si occuperà di demo station su lavoro digitale, informazione e automazione dei sensori, assistenza sanitaria digitale e smart data: in poche parole, nuove tecnologie che non solo saranno utili nell’ambito del digital workplace ma che contribuiranno anche a rafforzare la cibersecurity.

Tra le soluzioni in via di sviluppo ad esempio troviamo lo “IoT Sensor for Business Processes”, un sensore che ha lo scopo di geolocalizzare le componenti che si trovano all’interno di edifici, oppure “Alladin 1.0”, un assistente digitale che servirà a supportare la pianificazione delle riunioni e la gestione delle informazioni aziendali. 

Alla cerimonia di inaugurazione del centro erano presenti il Chief technology officer Kunihiro Koshizuka, l’executive director global R&D e deputy Cto Dennis Curry, Flavia Marzano, assessore a Roma Semplice di Roma Capitale e Yoshioka Hiroshi, presidente di Konica Minolta Business Solution Italia.